logo Spazio70

Benvenuto sul nuovo sito di Spazio 70

Qui potrai trovare una vasta rassegna di materiali aventi ad oggetto uno dei periodi più interessanti della recente storia repubblicana, quello compreso tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Ottanta del secolo scorso.
Il sito comprende sei aree tematiche e ben ventidue sottocategorie con centinaia di pezzi su anni di piombo, strategia della tensione, vicende e personaggi più o meno misconosciuti di un’epoca soltanto apparentemente lontana. Per rinfrescare la memoria di chi c’era e far capire a chi era troppo giovane o non era ancora nato.
Buona lettura e non dimenticare di iscriverti sulla «newsletter» posta alla base del sito. Lasciando un tuo recapito mail avrai la possibilità di essere costantemente informato sulle novità di questo sito e i progetti editoriali di Spazio 70.

Buona Navigazione!

Renato Vallanzasca

Redazione Spazio70

Responsabile di numerosi reati, Vallanzasca è stato condannato, complessivamente, a quattro ergastoli e 295 anni di reclusione

Roma, 1989. Nel corso del processo a Ordine Nuovo, Renato Vallanzasca si confronta con Paolo Bianchi, l’ex ordinovista autore della «soffiata» che nel 1977 portò all’arresto di Pierluigi Concutelli (avvenuto a Roma pochi giorni prima dell’arresto di Vallanzasca). In questo stralcio si discute del denaro proveniente dal sequestro Trapani rinvenuto nel covo di Concutelli e dei rapporti tra la banda milanese e i neofascisti romani. Durante la discussione gli animi si scaldano… Per ascoltare l’intera udienza: radioradicale.itRenato Vallanzasca parla dei suoi rapporti con i neofascisti durante l’interrogatorio del processo a Ordine Nuovo. Il presente video contiene frammenti sparsi estrapolati dall’udienza. Per ascoltare l’audio integrale del processo radioradicale.itNapoli, 1986. Confronto tra Renato Vallanzasca e Gianni Melluso nel corso di un’udienza del processo alla Nuova Camorra Organizzata (Prima parte). Tra gli argomenti trattati: Francis Turatello e la Milano anni ’70Napoli, 1986. Seconda parte del confronto tra Renato Vallanzasca e Gianni Melluso nel corso di un’udienza del processo alla Nuova Camorra Organizzata. Tra gli argomenti trattati: Francis Turatello e la Milano anni ’70Nel corso del processo alla Nuova Camorra Organizzata (1986) si scaldano gli animi durante il confronto tra Renato Vallanzasca e il pentito siciliano Salvatore Sanfilippo. Immediato l’intervento dei carabinieri.Nel corso di un’udienza del processo alla Nuova Camorra Organizzata, l’imputato Renato Vallanzasca racconta la vicenda dello schiaffo ricevuto da Raffaele Cutolo durante la sua detenzione nel carcere di Ascoli. Per ascoltare l’intera udienza: radioradicale.itNapoli, 1986. Nel corso del processo alla NCO, l’imputato Renato Vallanzasca racconta alla Corte un evento risalente al 1973 presso il carcere di Lecce. Per ascoltare l’intera udienza: radioradicale.itNel corso di un’udienza del processo alla Nuova Camorra Organizzata (1985), Renato Vallanzasca, accusato di far parte della NCO, si confronta con il «superpentito» di camorra Giovanni Pandico, detto «’o pazzo», uno degli accusatori di Enzo Tortora. Durante la discussione tra i due volano alcuni insulti. Per ascoltare l’intero processo: radioradicale.itNapoli, 1986. Nel corso del processo alla Nuova Camorra Organizzata (tra gli imputati anche Enzo Tortora) Renato Vallanzasca, accusato dai pentiti di essere affiliato al clan camorristico di Raffaele Cutolo, espone la sua versione dei fatti in merito ai rapporti intrattenuti in carcere con i membri di questa organizzazione. Per ascoltare l’intero processo: radioradicale.it«Tortora non mi è mai stato simpatico ma quando l’ho visto qui, ho visto un uomo distrutto». Questa è una delle frasi pronunciate da Renato Vallanzasca il 10 luglio 1986 nell’aula bunker di Poggioreale, dinnanzi ai giudici della quinta Corte d’appello di Napoli, nel corso della ventitreesima udienza del processo alla Nuova Camorra Organizzata. L’imputato milanese, accusato di appartenere alla NCO, si dichiara innocente e rimprovera ai giudici l’eccessiva credibilità data ai pentiti. Per ascoltare l’intera udienza, visitate il sito radioradicale.itRoma, 5 febbraio 1987. Rossano Cochis, ex componente della Banda Vallanzasca, è imputato assieme ad alcuni militanti di estrema sinistra nell’appello del processo 7 aprile. Accusato di aver partecipato a determinati tentativi di rapina, il Cochis, pur affermando di essere stato un rapinatore, nega il proprio coinvolgimento nei fatti del processo. Per ascoltare l’intera udienza: radioradicale.it