logo Spazio70

Benvenuto sul nuovo sito di Spazio 70

Qui potrai trovare una vasta rassegna di materiali aventi ad oggetto uno dei periodi più interessanti della recente storia repubblicana, quello compreso tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Ottanta del secolo scorso.
Il sito comprende sei aree tematiche e ben ventidue sottocategorie con centinaia di pezzi su anni di piombo, strategia della tensione, vicende e personaggi più o meno misconosciuti di un’epoca soltanto apparentemente lontana. Per rinfrescare la memoria di chi c’era e far capire a chi era troppo giovane o non era ancora nato.
Buona lettura e non dimenticare di iscriverti sulla «newsletter» posta alla base del sito. Lasciando un tuo recapito mail avrai la possibilità di essere costantemente informato sulle novità di questo sito e i progetti editoriali di Spazio 70.

Buona Navigazione!

Massimo Carminati a processo

nicola ventura

Dopo le numerose vicende giudiziarie degli anni Ottanta, Novanta e primi anni Duemila, Carminati è stato arrestato nel dicembre 2014 nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale e condannato in appello nel 2018 a 14 anni e sei mesi di reclusione; la condanna è stata poi annullata, con rinvio per la riformulazione della pena, nel giudizio in Cassazione

Roma, 1996. Nel corso del processo alla Banda della Magliana, Massimo Carminati si confronta in aula con Maurizio Abbatino, il quale lo accusa di aver preso parte all’agguato Marchesi-Parenti (nell’ambito della faida per vendicare la morte di Giuseppucci) e di aver avuto accesso ad un deposito di armi presso il Ministero della Sanità. Carminati nega ogni addebito e verrà assolto dall’accusa del tentato omicidio Marchesi-Parenti grazie all’alibi del suo ricovero presso l’Ospedale Militare Celio. Audio Radio radicale, rilasciato con licenza Creative commons attribuzione 2.5 https://creativecommons.org/licenses/by/2.5/it/
Nel corso del processo «Mafia capitale» (2017) l’imputato Massimo Carminati esprime il proprio disappunto in merito ad alcuni personaggi di romanzi, film e serie TV ispirati alla sua figura. Audio Radio radicale, rilasciato con licenza Creative commons attribuzione 2.5 https://creativecommons.org/licenses/by/2.5/it/
Roma, 1996. Massimo Carminati depone nel corso di un’udienza del processo alla Banda della Magliana, affermando di aver conosciuto in maniera approfondita soltanto Franco Giuseppucci, di non aver partecipato all’agguato Marchesi-Parenti e di non sapere nulla delle armi custodite al Ministero della Sanità. Audio Radio radicale, rilasciato con licenza Creative commons attribuzione 2.5 https://creativecommons.org/licenses/by/2.5/it/
Roma, 29 marzo 2017. Stralci della deposizione di Massimo Carminati nel corso di un’udienza del processo «Mafia Capitale»: Audio Radio radicale, rilasciato con licenza Creative commons attribuzione 2.5 https://creativecommons.org/licenses/by/2.5/it/